Come si vive a San Francisco?

“Dopo tre anni, il mio obiettivo principale è quello di entrare in contatto con la comunità”.
Giuliano, è un grande esempio, uno di quelli da seguire. Perché? Perché vivere in una città straniera non è solo pensare a sopravvivere, trovare lavoro, pagare l’affitto o uscire la sera per divertirsi, ma anche (e direi soprattutto) quello di entrare a contatto con la comunità. Conoscere le persone del posto, capirne gli usi, informarsi riguardo le culture delle varie zone della città e magari trovare un punto di contatto con il passato.
San Francisco è sicuramente una delle citta piu importanti del mondo per le comunità LGBT. Infatti partirono proprio da Castro, la zona piu colorata di San Francisco, le battaglie della comunità gay (e non solo). Rivendicavano i propri diritti, facendosi sentire, a testa alta, senza piu nascondersi.

San Francisco è secondo me la città piu bella della California, stupenda la zona dei PIERS. Io ho giocato a perdermi a San Francisco, ero di colpo entrato dentro un film, un sogno.

Vi invito a guardare l’intervista a Giuliano, magari troverete qualche spunto importante da farvi prendere la decisione tanto attesa! 

Cosa bisogna sapere prima di avventurarsi? 

Le cose da tenere ben presente sono 3:
1) Il visto
2) Il costo della vita
3) Le relazioni

Il Visto 

Ci sono molte persone che tentano di trovare lavoro in questi tre mesi di ESTA, per poi trovare una società che li sponsorizzi. Altri che lavorano in nero, sfidando le leggi, uscendo dal paese di tanto in tanto (ma quanto può durare una situazione simile?). Altri che prendono un visto da studente all’inizio, che ha durate anche lunghe, e in questo periodo possono stabilirsi, conoscere e quantomeno avere la possibilità di decidere di puntare a vivere negli States.
Poi c’è il matrimonio. Quest’ultimo puo essere d’affari o per amore. 
Il visto di Giuliano è stato sponsorizzato dall’azienda dove già lavorava prima di trasferirsi a San Francisco. Il visto si chiama L1.

Visto Stati Uniti Turismo – ESTA

L’autorizzazione ESTA (Electronic System Travel Authorization) è un documento che permette l’accesso al Paese a coloro che viaggiano negli Stati Uniti per turismo o affari per un periodo massimo di 90 giorni e che provengono da uno dei paesi aderenti al Visa Waiver Program.

I cittadini Italiani hanno il diritto di richiedere un’autorizzazione ESTA, fatta eccezione per alcuni casi particolari. 

Visto Stati Uniti Studio

Per studiare negli USA esistono due tipologie di visto: “F” per studi accademici e linguistici, “M” per studi non accademici o professionali e “J” per scambi culturali. Per richiedere un visto di studio è necessario fare richiesta d’iscrizione ed essere ammessi a una delle scuole riconosciute dal SEVP (Student and Exchange Visitor Program). Puoi trovare le scuole riconosciute dal SEVP al sul sito Study in the States

Una volta accettato dalla scuola americana lo studente viene iscritto nel sistema SEVIS (Student and Exchange Visitor Information System). Sarà quindi necessario versare una tassa, almeno tre giorni prima del colloquio consolare. Le istruzioni in merito alla tassa SEVIS I-901 verranno fornite dalla scuola americana, che provvederà anche a generare i moduli I-20 per il richiedente.

Per richiedere un visto F, M o J è necessario seguire i seguenti step:

  • Compilare il modulo DS-160 online e stampare la pagina di conferma;
  • Registrarsi al sito UsVisa
  • Pagare la tariffa consolare non rimborsabile (MRV) online;
  • Prenotare un appuntamento per la data prescelta;

All’appuntamento in Consolato è necessario presentare i seguenti documenti:

  • Pagina di conferma del modulo DS-160;
  • Passaporto in corso di validità;
  • Una foto tessera
  • Modulo I-20 rilasciato dalla scuola, debitamente compilato, datato e firmato;
  • Ricevuta del pagamento SEVIS;
  • Soddisfacente documentazione finanziaria che dimostri la disponibilità economica a sostenere le spese di studio e soggiorno durante l’intero periodo di studio negli Stati Uniti
  • Documentazione relativa alla propria situazione sociale e familiare in Italia (es. residenza, certificato di matrimonio etc.)

NB: Alcuni richiedenti di visto J non devono pagare la tassa SEVIS né la tariffa consolare MRV. L’esenzione è relativa ai visti J finalizzati a scambi culturali sponsorizzati dal Governo Statunitese che presentano sul Modulo DS-2019 l’inizio del numero del programma con G-1, G-2, G-3, or G-7, (ad esempio il Fulbright program). Tali richiedenti devono contattare via e-mail la sezione consolare in cui intendono presentare la domanda di visto per prenotare l’appuntamento.

Per maggiori informazioni sui visti di categoria F e M e categoria J visita le pagine dedicate dell’ambasciata.

Costi e tempi Visto Stati Uniti Studio

Dopo l’approvazione il visto verrà consegnato in circa 5 giorni lavorativi presso un punto di consegna DHL indicato dal richiedente; in caso di consegna domiciliare i tempi potrebbero allungarsi di qualche giorno.

Il costo di un visto di studio è di 160 dollari americani + Tassa Sevis (tra i 180 e i 200 dollari).

Visto Stati Uniti Lavoro

I visti per lavoratori temporanei negli Stati Uniti sono quelli di categoria H, L, O, P, Q, R (puoi trovare tutti i dettagli sulle tipologie di lavori temporanei e i rispettivi visti al link a fine paragrafo).

Per richiedere un visto come lavoratore temporaneo è necessario che il datore di lavoro abbia presentato la petizione I-129 e che l’USCIS (U.S. Citizenship and Immigration Services) l’abbia approvata.  L’USCIS emetterà quindi un Modulo I-797, il cui numero di ricevuta sarà necessario per procedere con la richiesta di visto.  Per maggiori informazioni visita le pagine Working in the U.S. e Temporary (Nonimmigrant) Workers del sito dell’USCIS.

Per fare richiesta per un visto di lavoro temporaneo bisogna:

  • Completare il modulo DS-160 online e stampare la pagina di conferma;
  • Registrarsi al sito: UsVisa  ;
  • Pagare la tariffa consolare non rimborsabile (MRV) online;
  • Prenotare un appuntamento con il Consolato;

All’appuntamento in Consolato sarà necessario presentarsi con i seguenti documenti:

  • Pagina di conferma del modulo DS-160;
  • Passaporto in corso di validità;
  • Una foto tessera;
  • Numero di ricevuta della petizione approvata, così come appare sul modulo I-129 o I-797 rilasciato da USCIS;
  • Documentazione relativa alla propria situazione sociale, economica, familiare in Italia

Costi Visto Stati Uniti Lavoro

Il visto per lavoratori temporanei costa 190 dollari americani.

Visto Stati Uniti come richiederlo

Se non ti è concesso entrare nel paese con l’ESTA, dovrai richiedere un visto per gli Stati Uniti. Ecco le istituzioni a cui poterlo richiedere:

“Il costo della vita a San Francisco è una nota dolente”.

Il costo della vita

Il costo della vita è molto alto rispetto l’Italia. Poi certo dipende anche da quale città dello stivale provieni, ma in generale la vita è molto costosa:

  • Una casa di 2 camere da letto in zone belle e conosciute varia dai $4000 ai $6000
  • In generale il sistema di trasporto pubblico lascia un pò a desiderare, quindi e’ preferibile avere una macchina o quantomeno risorse per prendere taxi o uber. Giualiano ha preferito comprare una vespa 🙂
  • L’assicurazione sanitaria, costa molto, ovviamente il tutto dipende dal tipo di copertura.
  • Il cibo, puoi trovare articoli italiani ma non li pagherai quanto la CONAD, se vuoi mangiare sano purtroppo i costi sono elevati. Ma se ti accontenti di fast food e roba in scatola o congelata, allora puoi anche spendere davvero poco. Sta a te scegliere.
  • Le serate fuori, a parte i gia menzionati fast food, i ristoranti non sono anche loro molto economici, poi anche qui dipende molto dove si mangia, ma una pizza la paghi una media di 15-20 dollari, io mi son sempre chiesto se le farine che usano, sono a base di argento vivo 🙂
  • Potresti fare dei compromessi, dipendentemente anche dalla tua età, molti giovani si accontentano di condividere un appartamento e di non uscire tutte le sante sere. Resta il fatto che, anche il quel caso, con meno di $4000 al mese difficilmente sopravvivi.
  • Gli stipendi sono rapportati al tenore di vita, un cameriere può guadagnare tranquillamente $3500/$4500 al mese

Le relazioni:

Relazionarsi con una persona di San Francisco non è molto semplice. La gente è meno aperta delle persone che ho incontrato a LA e San Diego. 
Il problema che potrete trovare è che difficilmente si legano in una amicizia come noi italiani la intendiamo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *